La seconda puntata di 'ino a "Panino Amore Mio"

Domani 1 Gennaio su Gambero Rosso Channel andrà in onda la seconda puntata della trasmissione “Panino amore mio” condotta da Marco Bolasco, che abbiamo registrato insieme nei loro studi.
Dopo il panino all’Amatriciana ed il “solito”, prepariamo altre due ricette…
Per chi non sapesse come iniziare il nuovo anno, appuntamento domani alle 9,30 ed alle 15,00 su Raisat Gambero Rosso Channel, canale 410 di Sky!

Cotechini e bollicine…

Come si fa a rinunciare a queste due cose in questo periodo?
Erano terminate, ma nel frattempo sono anche tornate…
i cotechini artigianali del Salumificio Ronchei, e una serie di bollicine veramente super: Billecart Reserve Brut e Rosè Brut, Bollinger Cuvée, Gosset Grand Reserve, Philipponat Royale Reserve, Paul Bara Brut Reserve, Laurent Perrier Brut, Jacques Selosse, Perrier Jouet Grand Brut, Fleury Rosè, Eric Bunel Brut 1998 e una Magnum di Giulio Ferrari Riserva del Fondatore del 1997…

Vi ricordiamo che in questi giorni saremo sempre aperti, ad eccezione del 1 Gennaio.

"Panino amore mio" su Gambero Rosso Channel

Conoscete la trasmissione “Panino amore mio” condotta da Marco Bolasco su Gambero Rosso Channel?
E’ un simpatico programma girato nella cucina dei loro studi, dove ciascuna puntata ha come protagonista un’ospite che presenta e realizza due ricette di panini. Alcune settimane fa, ho avuto il piacere di essere invitato e di preparare alcune cose, scelte tra quelle che quotidianamente proponiamo qui da ‘ino, e domenica 21 andrà in onda una delle due puntate registrate.
Per chi avesse voglia di vederla (e di farsi due risate..), appuntamento quindi alle 9,30 e in replica alle 15,00 su Raisat Gambero Rosso Channel, canale 410 di Sky.

Cotechini e non solo…

Come anticipato nei giorni scorsi stanno arrivando un sacco di cose buone…perchè a noi il Natale ci piace così, ricco!
Tra queste i Cotechini Artigianali del Salumificio Ronchei di Sala Baganza (Parma), i soliti che avevamo anche lo scorso anno, ve li ricordate… e per rimanere in tema con le feste, i Torroni dellaTorroneria D.Barbero di Asti, con la classica Nocciola Piemonte IGP, oppure i Pistacchi di Bronte con miele d’arancia dell’Etna e scorzetta di arancio siciliano, piuttosto che Mandorla di Noto e miele di limoni di Sorrento…favolosi.
Dal vecchio Piemonte sono arrivate le mitiche confetture e mostarde di Mongetto di Vignale Monferrato (Al) buonissime da abbinare a formaggi e bolliti, quindi la famosa mostarda d’uva e le confetture piccanti di fichi, di scalogno, di zucca e di arance. Da non dimenticare i peperoncini farciti con capperi e acciuga…
e poi il Parmigiano delle Vacche Rosse, i fagottini di melanzane e di zucchine di Ursini, i carciofi alla cafona di Agnoni, il ragù e lo spezzatino di Chianina di Simone Fracassi, i cioccolatini all’aceto balsamico, e tutti i favolosi panettoni artigianali… Filippi, con il classico e quello all’olio di oliva, Matteo Terreno da Mondovì, l’Offelleria Perbellini di Bovolone, Andrea Bianchini…
A proposito di panettone, oggi Simone di Carapina ci ha portato il suo gelato al gusto di panettone…che buono!

'ino su Financial Times -How to spend it e sul Corriere

Sabato 6 dicembre, nel Magazine “How to spend it” allegato al quotidiano Financial Times, è uscito un’interessante articolo di Jackie Cooperman su Firenze, che racconta di come la città stia cambiando sotto il profilo dell’offerta gastronomica, dell’accoglienza e dell’arte. Si parla anche di ‘ino e di cosa ci piace fare.
Sul Corriere della Sera di domenica 7, invece, nella consueta “finestra” di Elisia Menduni si parlava di dove andare a mangiare un panino nella nostra città, e tra i locali recensiti anche una simpatica citazione che ci riguardava.
Che dire…è una bella soddisfazione…grazie!!

Venerdì 12, l'ultimo Panino d'Autore del 2008

Non potevamo concludere in maniera migliore l’ultimo appuntamento dell’anno: avremo in nostra compagnia Paolo Orazzini de “Il Gusto Etrusco” di San Vincenzo, l’inventore della mitica Porketta di tonno per intendersi…
una ghiotta occasione per assaggiare alcune sue diavolerie, e naturalmente la sua ricetta del Panino d’Autore.

Venerdì sera, dalle 19,00 alle 21,00, prezzo della serata 10,00 euro, non mancate!

Il foie gras della Maison Mitteault

E’ arrivato il foie gras de canard entier del Poitou di Hubert Mitteault, che dirige la Maison insieme ai due fratelli Bernard e Louis-Marie.
Grande professionalità, rispetto delle tradizioni del territorio e della natura: il risultato è un prodotto assolutamente unico e speciale, emozionante per la sua bontà e delicatezza. Vi consigliamo di gustarlo insieme alla confettura di scalogno del Poitou, al naturale, semplicemente con del pane a cassetta tostato.
Per un aperitivo diverso, invece, vi suggeriamo di provare le Rilettes, a base di carne di anatra o di oca, spalmate sul pane caldo.

La tecnica di allevamento degli animali condotta dai fratelli Mitteault è nel più assoluto rispetto delle caratteristiche naturali di anatre e oche. Trattandosi di uccelli migratori, infatti, sono fisiologicamente predisposti ad iperalimentarsi per proteggersi dal freddo dei lunghi viaggi e per prepararsi per molti giorni senza cibo. L’unico cibo che viene dato è il mais, e giorno dopo giorno il fegato si ingrossa naturalmente, e non per cirrosi, potendo anche tornare alla sua conformazione iniziale solo dopo qualche settimana, proprio come al termine della migrazione…e la differenza si sente…