I panini della settimana

Ecco alcune delle proposte di questi giorni:

– il Piccante, con n’duja calabrese, pecorino, insalata e pomodorini datterini
– finocchiona di S.Fracassi e pecorino
– mortadella Pasquini, scaglie di parmigiano, aceto balsamico e insalata
– prosciutto crudo toscano, miele di corbezzolo Thun e taleggio bergamasco
– Pantelleria, con patè di capperi di Pantelleria, pecorino fresco di Seggiano e pomodorini datterini
– la mitica Porketta di tonno…con salsa lamponi e zenzero di Moreno Cedroni, insalata e pomodorini
– carpaccio di carciofi morellini con pecorino e un filo d’olio
– crostone con passata di pomodoro Cilentana “Don Alfonso”, mozzarella di Bufala Alento e sale di Guérande

… e poi diversi nuovi arrivi di vini da farvi assaggiare in abbinamento…

Verticale di CapatostA da Burde

Ieri una bella serata al ristorante Burde in compagnia di Andrea Gori e Giampaolo Paglia di Poggio Argentiera http://poggioargentiera.simplicissimus.it/, con una imperdibile verticale di tutte le otto annate di CapaostA, il Morellino di Scansano più rappresentativo dell’azienda: siamo partiti dal 1998, prima uscita, fino ad arrivare al 2005, ultima edizione in commercio.
Veramente dei bei vini, ciascuno perfetta testimonianza del territorio, dell’uvaggio (95% sangiovese-5% alicante) e dell’annata; il mio preferito è stato il 2000, mentre se ce fosse ancora mi metterei volentieri in cantina delle bottiglie di 2004…
complimenti a Giampaolo per i vini, e ad Andrea per la competenza e la professionalità con cui ha condotto la serata; per saperne di più andate su http://vinodaburde.simplicissimus.it/

Paccheri con ragu di cinta senese e Chianti Rosae Mnemosis 2006

Domenica sera ho preparato i paccheri di Gragnano della selezione “Don Alfonso” di Sant’Agata sui due golfi con un barattolo di ragu di cinta senese del Ristorante Caino di Montemerano… un sugo maschio, ma senza eccessi, con cui ho scelto di abbinare un vino gentile e molto femminile, il Chianti Rosae Mnemosis 2006, ultimo nato dell’Azienda Agricola Petriolo di Cerreto Guidi, dell’amica Silvia Maestrelli.
Il risultato?
Vi consiglio vivamente di provarlo…
Per saperne di più sul vino fatevi un giro sul blog di Silvia, http://www.divinando.blogspot.com

Panini,panini,panini!!

In questi giorni ci stiamo divertendo a preparare alcune ricette di panini con accostamenti più o meno insoliti, o più o meno scontati, dipende dai punti di vista…

– schiacciata con mozzarella di bufala campana, colatura di alici di Cetara “Don Alfonso” e bottarga di tonno Campisi
– fette di pane con pecorino stagionato di Seggiano e cipolla di tropea alla brace
– “il solito”, prosciutto crudo toscano, tapenade Ursini, pecorino fresco e pomodorini
– mortadella Pasquini con formaggio vacherin Mont d’Or
– gorgonzola e acciughe
– patè di capperi di Pantelleria e pecorino al pesto
… e poi tante altre cose…
con l’occasione vi ricordiamo che sono arrivati tanti buoni formaggi sia italiani che francesi…

Un nuovo Ristorante

Ci hanno passato questa notizia, che vi inoltriamo con piacere.


Volevo segnalare un nuovo “particolare’ ristorante”.

E’ aperto da pochi giorni a Firenze “I ragazzi di Sipario”,

una trattoria gestita da ragazzi diversamente abili.

Si trova in Via dei Serragli 104, all’interno del Circolo MCL

ed è aperta dal lunedì al venerdì, a pranzo, dalle 12 alle 14.

Un pranzo completo costa intorno ai 10 Euro.

La trattoria ha 40 coperti e ci lavorano 17 ragazzi coordinati da una

cuoca professionista.

A volte anche mangiando si può fare un’opera buona, anche se questo

non è più molto di moda.

Se potete, fate girare la notizia, a Firenze quasi nessuno ne ha

parlato.

Certo non si tratta di un nuovo fusion bar, non si mangia sushi e non

si preparano cocktail alla moda, ma anche queste realtà sono Firenze e penso valga

la pena farle conoscere.

Grazie per far circolare la notizia!


Io ancora non ho avuto la possibilità di andarci, ma spero di farlo presto; se nel frattempo qualcuno di voi ha avuto modo di provarlo e ha maggiori notizie…fateci sapere, grazie!